Camminando sulle Sue orme




“Chiunque vuol venir dietro a me, rinunzi a sè stesso, e tolga la sua croce, e mi segua.” Marco 8:34


La tradizione evangelica pentecostale non valorizza molto le preghiere scritte. Si crede che possono far diventare meccanica ed artificiale la comunicazione con Dio . Comunque, la Bibbia contiene molte preghiere e salmi che solamente scamparono nel tempo per essere state scritte.

Contraddicendo la mia eredità religiosa, imparai molti anni fa una preghiera di arresa. Essa mi colpì ed ancora oggi mi accompagna come ricordo di cosa vuol dire camminare sulle orme di Gesù Cristo. Qualche volta il mio cuore ed il mio ego vogliono insuperbirsi e mi viene la mia voglia di diventare regina, quindi rileggo questa piccola preghiera e percepisco un'altra realtà.

La spiritualità del nuovo millennio accompagna le tendenze del mondo. Essa è una spiritualità vuota di significado e che non riesce ad alimentare l'anima. Molti culti evangelici non servono più a far crescere le persone in intimità con Dio e la ricerca della gloria umana si svolge apertamente.

Tutti quelli che vogliono essere simili a Gesù e, seguendo i Suoi passi, vogliono crescere nell'amore di Dio possono ripetere la stessa preghiera:


“ Mi abbandono, o Dio, nelle tue mani.
Gira e rigira quest'argilla,
come creta nelle mani del vasaio.
Dalle una forma e poi spezzala, se vuoi.
Domanda, ordina, cosa vuoi che io faccia?
Innalzato, umiliato, perseguitato,
incompreso, calunniato, sconsolato,
sofferente, inutile a tutto,
non mi resta che dire,
sull'esempio della tua Madre:
«Sia fatto di me secondo la tua parola».
Dammi l'amore per eccellenza,
l'amore della croce,
ma non delle croci eroiche
che potrebbero nutrire l'amor proprio,
ma di quelle croci volgari,
che purtroppo porto con ripugnanza...
Di quelle croci che si incontrano
ogni giorno nella contraddizione,
nell'insuccesso, nei falsi giudizi,
nella freddezza, nel rifiuto
e nel disprezzo degli altri,
nel malessere e nei difetti del corpo,
nelle tenebre della mente
e nel silenzio e aridità del cuore.
Allora solamente tu saprai che ti amo,
anche se non lo saprò io,
ma questo mi basta.”

Soli Deo Gloria

Da: Ricardo Gondim

Commenti

Post popolari in questo blog

Preghiera di perdono

Ripensando la fede.

Cristo salva