Vivere fa bene




Lo so che non ho bisogno di spiegare, ma sono in modo crescente appassionato dalla vita. Io amo la vita perché i colori mi affascinano, i geni mi intrigano, le poetesse mi seducono, i santi mi mettono a pezzi, i giusti mi sfidano, i solitari mi stimolano. Tutto è schiacciantemente bello.
Lo so che corro il rischio di essere ridondante, ma io sono in modo crescente viziato in vivere. Io amo la vita perché i sapori mi mi affamano, i silenzi mi attirano, i misteri mi intrigano, gli orizzonti mi esortano. Già mezzo strabico, affronto da vicino il miracolo della vita ed io sono senza reazione. Tutto è assurdamente delizioso.
Lo so che posso scivolare sul luogo comune, ma io sono affascinato dall'avventura di vivere. Io amo la vita perché le donne mi incantano, gli altruisti mi umiliano, le persone sagge mi istruiscono, gli artisti mi incoraggiano. La fertilità creativa è infinita. Le biblioteche un giorno non comporteranno tanti libri.
Il Louvre avrà bisogno d’espansione. Io voglio vivere fino alla fine del millennio per testimoniare quello che ancora sarà inventato, creato e ricreato. Tutto è magnificamente grande.
Lo so che ripeto, ma io sono stupito dal quotidiano. Io amo la vita perché non aspetto il prevedibile, non accetto la manipolazione dei furbi e non convivo col dominio dei potenti.
Accolgo l'insolito ed affronto il traumatico per non fuggire dalla realtà del dolore. Se evito le atrocità è per non divenire mai affetto dal cattivo. Tutto è potentemente sfidatore .
Lo so che ritorno allo stesso tema, ma sono abbagliato dalle contraddizioni della vita. Io amo la vita perché soffro con le angosce che non sono mie e proteggo la felicità altrui. Io ed i miei fratelli siamo paradossali, noi saltiamo come il cervo e ci rintaniamo come la lepre, ruggiamo come il leone e balliamo come il colibrì. Io celebro la libertà per irrorare la carta con le ferite lacere della poesia ed allagare la camicia con la traspirazione dei miei ideali. Tutto è fantasticamente misterioso.
Lo so che io posso raffreddare le forze della mia scrittura, ma io sono attaccato al mestiere di vivere. Io amo la vita perché tento di ostacolare la fognatura attraverso dove si può andare in giù i pochi giorni di vita mia, scappo dal banale. Ho smesso di dissimulare, non intendo di vedermi consumato da odi che logorano la mia attenzione. Inchiodo su tavoli i ricordi pur di non lasciarli fuggire. Se mi paragono ai miei amici che hanno invecchiato è per dire: Dio mio, si sono logorati più di me! Io mi dispongo per pagare il prezzo della longevità. Io non invidio il Monumento al Soldato Ignoto né i fiori che ha ricevuto dall'imperatore. Io non voglio la fortuna dei Camelots: John Kennedy, Che Guevara, James Dean e Lady Diana - tutti morirono presto. Tutto è fortemente accattivante.
Io so che ho bisogno di enfatizzare, ma ho bisogno di dire a me stesso che è buono vivere. Io amo la vita perché mi strozzo con l'occhiata del fidanzato in quel istante di magia in cui la porta della chiesa si apre per la sua sposina dire di sì. Mi commuovo col caffè che incensa la mattina puerile. Sento la canzone stonata della ragazza come una voce di una soprano erudita. Leggo il biglietto del carcerato come un trattato filosofico. Accolgo le ragioni della nonna come verità incontestabili. Tutto è profondamente sensibile.
Lo so che ancora una volta posso dire, in lettere maiuscole: Io amo vivere! Io amo la vita perché ho perso la fretta. Ho rinunciato alle onnipotenze, ne ho fatto a meno della perfezione ed ho cominciato a notare che Qualcuno mi ama senza che abbia bisogno di provare qualcosa a Lui. Tutto è infinitamente grazioso.
Soli Deo Gloria
Da: Ricardo Gondim

Commenti

  1. Ubiratan
    exelecente iniciativa, ti saludo.
    sono in Italia da 5 anni, adesso sono a Milano, lavoro nella formazione di una nuova chiesa.
    me piacerebbe contatarti.
    revdohumberto@hotmail.com

    RispondiElimina
  2. Obrigado, irmão, pelas suas palavras. Continue a nos seguir e indique este blog para italianos aí em Milão e outras partes da Península. Deus o abençoe!
    Um abraço,
    Ubiratan Souza

    Ps.: Caso queira falar comigo, o meu email é: ubira20@yahoo.com.br

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Preghiera di perdono

Ripensando la fede.

La verità incatenata