Il CNTP della religione

Io tenni molto poco delle lezioni di scienza nelle superiori. Io dovetti far molta fatica per imparare dal cuore le formule, moltiplicai numeri giganteschi per quasi niente. È rimasto poco, ma mi ricordo che per certe formule chimiche ed esercizi teorici della fisica noi avevamo bisogno dell'acronimo CNTP ovvero le "Condizioni Normali di Temperatura e Pressione", volendo dire che tal proposta scientifica solamente funzionava sotto le CNTP: in altre parole, in condizioni ideali.

Perciò io scoprii presto che quelle ottime condizioni esistono, a dire il vero, in tesi. CNTP funziona al laboratorio, in atmosfere controllate o idealizzate dallo scienziato; e solamente per provare un'ipotesi, siccome qualsiasi modifica, per minore che essa sia, altera il risultato dell'esperienza.

Vivere è rischioso. Imprevisti e pericoli, dolore e l'angoscia, la sofferenza e l'ingiustizia minacciano la nostra esistenza. Sarebbe fantastico vivere in un mondo nelle "condizioni convenzionali di temperatura e pressione". Perciò noi cerchiamo le bacchette magiche, le lampade dei geni, gli ideali politici, gli abracadra, le preghiere. Noi sogniamo di creare un mondo che funzioni con la precisione degli orologi svizzeri.

Vogliamo viaggiare sempre come se fossimo in paradiso. Anche sedotti da un mare da almirante, cioè, da un mare pacifico, tentiamo di ricreare l'universo. Crediamo che esiste la possibilità di eliminare i rischi. Preghiamo chiedendo la protezione divina perché siamo “blindati” contro le minacce della vita. Immaginiamo che se noi lo chiediamo, e se non abbiamo nessun peccato, non saremo mai sorpresi da incidenti. Speriamo che Dio ci scampi da gomme bucate, conducenti incauti o buchi nell'asfalto.

Scioccamente attendiamo il giorno in cui il mondo sarà sotto controllo assoluto. Però quel giorno non è mai arrivato e finiamo vergati di colpa. “Cosa ho fatto di sbagliato perché mio figlio morisse? ", mi ha chiesto un pastore, recentemente. "Perché le cose non vanno mai bene per me? ", è il messaggio più ripetuto nella mia casella di posta elettronica.

Cristo non indorò la pillola e lui non ingannò mai i suoi discepoli perché il suo messaggio non era religioso. Lui non promise mai di portare la vita delle persone sotto le CNTP. Anzi, Lui disse che li mandava come pecore in mezzo a lupi, che i temporali frustano la casa di coloro che sentono e tengono le sue parole, e che il mondo dei suoi seguaci sarebbe pieno di afflizioni. Ora, lui visse senza sostegno, senza cupole di vetro, senza protezione angelicale. Perché i suoi servitori esigerebbero alcuna “blindaggio” celestiale?

Io oso redefinire la fede. Fede non vuol dire sperare di essere possibile anticiparsi alle contingenze della vita. Fede è coraggio di credere che i valori, principi e le verità proposte da Gesù di Nazarè sono sufficienti per affrontare la vita con tutto quello che essa porta, di buono e di cattivo.

Religione ha a che fare con sicurezza, con la possibilità di aggiustarsi nel mondo sotto la logica della causa e dell'effetto. I culti, le penitenze, le preghiere hanno solamente lo scopo di ingranare le circostanze e dare ai seguaci la sensazione di vivere in CNTP. Terribile inganno! La bolla scoppia presto con le malattie, gli incidenti, gli imprevisti e la propria morte, arrivando così la decepzione. E la delusione peggiore è quella religiosa. Ed i decepzionati con Dio provano l'inferno. (Gesù avvertì che i proseliti erano degni due volte dell’inferno).

L'amore non antecipa l'ordine. Chi ama sa che la disordine sarà possibile. Dio non vuole che i suoi bambini vivano con l'illusione che saranno blindati. Perché succedesse così, Lui avrebbe bisogno di dirigere la storia come si fa con un cavallo selvaggio, giorno per giorno e fino all’avvenire. Un mondo indolore dovrebbe essere un mondo senza la libertà. E senza libertà non esiste amore – e capita che Dio è amore.

Perciò, la promessa divina non ci protegge dal mondo. Senza allucinazioni, Dio c'accompagna nella deliziosa e pericolosa avventura di vivere.



Soli Deo Gloria.


Da: Ricardo Gondim
http://www.ricardogondim.com.br/

Commenti

Post popolari in questo blog

Preghiera di perdono

Ripensando la fede.

Cristo salva